Italian Cage Fighting: la continuità tra alcune novità e ambizioni future

Il resoconto della conferenza stampa di presentazione tenuta in giornata a Milano

Tra alcune novità, a partire dal proprio stesso nome, e l’ambizione di diventare sempre più influente e sostenibile, Italian Cage Fighting ha presentato le sue prossime iniziative per l’imminente stagione autunnale-invernale, nel corso di una conferenza stampa tenuta in mattinata a Milano. A spiegare il tutto la figura più nota della promotion, il co-founder e matchmaker Alex Dandi.

Da IFC a ICF: perché e cosa cambia

Anche se non il primo argomento trattato in giornata, viene facile partire dal cambio IFC (Italian Fighting Championship)-ICF, motivato con l’opportunità di evitare eventuali conflitti futuri in termini di riconoscibilità e sfruttamento del brand con l’Ultimate Fighting Championship. Un mutamento estetico (corredato pure da guantini personalizzati, sullo stile di quanto fatto da altre promotion internazionali) al quale si accompagna uno più sostanziale in termini di struttura societaria: non più una creatura “open source” come proposta nello scorso gennaio, bensì una vera e propria srl (ICF Promotion Srl, con un capitale sociale di 110.000€). Una scelta che sacrifica un po’ di apertura ma, al contempo, assicura una maggiore stabilità all’intero progetto, nelle intenzioni di Dandi e i suoi collaboratori.

Rimarrà comunque in vita la Italian Fighting Card, assegnata all’epoca a chi avesse contribuito economicamente alla promotion nel suo stato embrionale, con la sostanziale presenza degli stessi vantaggi in termini di sconti su biglietti e altro materiale (immutato anche il costo, 99€ l’anno, la nuova edizione sarà disponibile da ottobre). Chi possiede la precedente edizione della card potrà effettuare la sostituzione durante gli eventi ICF.

ICF: spazio agli italiani, più sfide internazionali con i titoli in palio

In merito alla filosofia di fondo che anima ICF, è stata ribadita l’intenzione di dare spazio agli atleti emergenti nella scena italiana, i quali avranno modo di testarsi sempre più con lottatori stranieri qualora dovessero guadagnarsi match titolati. Da un lato una tradizione già avviata in precedenti show IFC (vedi Botti vs. Kocani e Paternò vs. Maguire), dall’altro una necessità data la scarsità di talenti nostrani in determinate categorie di peso. Per evitare l’evenienza di fighter stranieri praticamente desaparecidi in caso di conquista della cintura, Dandi ha assicurato che gli stessi firmeranno un contratto che prevederà almeno 3 match con ICF, un accordo già stipulato con i prossimi contender.

Le posizioni su ranking e video dei match

Nella conferenza stampa di gennaio uno dei punti salienti era stata l’adozione formale dei ranking curati da MMA Ranking Italia da parte di ICF, apparentemente però senza particolari conseguenze esplicite nei mesi successivi (per esempio, la comparsa degli stessi sul sito ufficiale della promotion). Attualmente, la posizione presa da ICF sul punto è alquanto indistinta in base a quanto affermato dal suo co-founder: non una bocciatura vera e propria, bensì una “sospensione di giudizio” dovuta a una percepita mancanza di aggiornamento costante dei ranking, soprattutto nell’ottica di basare parte del processo di matchmaking su di essi. In attesa di capire come si evolverà la questione, ICF farà comunque riferimento alle classifiche internazionali stilate da Fightmatrix e Tapology e ha ipotizzato la creazione di propri ranking nel lungo termine.

Altra questione discussa in conferenza stampa e spesso oggetto di dibattito tra i fan sui social riguarda la possibilità di vedere i match di ICF, passati e futuri, in forma video. “Non abbiamo trasmesso nulla perché non vogliamo svalutare il nostro prodotto, i nostri match non verranno mai trasmessi gratuitamente in tv”, ha spiegato Dandi, “bisogna raggiungere certi standard qualitativi per attirare investimenti anche dal punto di vista pubblicitario”. Esclusa pure la diretta streaming, “non profittevole in base ai numeri e costosa sotto l’aspetto logistico”, è stata abbozzata a partire dalle prossime settimane l’avvio di una strategia video che prevederà l’esibizione di highlight degli incontri, la trasmissione di filmati pre-match come avvenuto a IFC 3 e altri progetti atti ad accentuare una maggiore attenzione allo storytelling delle vicende della promotion. Una novità finalizzata a mettere pepe in possibili rivalità tra fighter e aumentare il loro potenziale commerciale (in parole povere, per vendere di più i match), che si accompagnerà dal vivo a qualche concessione a contorni di spettacolo (“lo sport rimarrà comunque al centro dei nostri show”, ha ribadito Dandi).

I prossimi eventi: 6 show in totale nell’anno solare, dal 2019 anche nel Centro-Sud

6 eventi all’anno per i prossimi 3, questa la tabella di marcia nel futuro di ICF con l’opportunità di aggiungere un evento in più se ci sono le condizioni e per “dare continuità all’attività professionistica e dilettantistica, anche per il bene delle carriere degli atleti che vogliono combattere”, ha spiegato Dandi. La programmazione degli eventi su base semestrale ricalcherà sostanzialmente quando già avvenuto nell’era IFC e prevederà nel 2019, nel ciclo dei primi 3 show, almeno una data nel Sud Italia, “in fase avanzata” di definizione.

Italian Cage Fighting 4: si torna al Principe, Botti affronta l’ex UFC Lloveras

Sabato 29 settembre ICF avrà il suo secondo battesimo nel medesimo luogo del primo, il Teatro Principe di Milano, in occasione di ICF 4. La card dell’evento, contraddistinto dall’assenza di prevendita dovuta a ritardi nella transizione a srl (anche se è stata ipotizzata una breve finestra di vendita biglietti nei prossimi giorni), ha subito un altro contraccolpo dopo i forfait per infortuni di Leonardo D’Auria e Simone Tabaglio. Un recente problema fisico ha bloccato anche David Aramyan, avversario di Tanio Pagliariccio. “O Scugnizz” se la vedrà quindi con il giovane fighter argentino Facundo Frognier. Tra gli ospiti della serata, oltre ai già annunciati Jan Blachowicz e Stefano Paternò, figurerà anche Gunnar Nelson, all’angolo di Lloveras.

MAIN EVENT
ICF Lightweight Title bout 5×5
Alessandro Botti (15-8 MMA, 2-0 ICF) [C] vs. Abner Lloveras (21-10-1 MMA, 0-0 ICF)

CO-MAIN EVENT
Welterweight bout 3×5
Walter Pugliesi (3-0 MMA, 2-0 ICF) vs. Yousof Hassanzada (4-1 MMA, 0-1 ICF)

MAIN CARD
Lightweight bout 3×5
Francesco Moricca (5-2 MMA, 2-0 ICF) vs. Gianluca Rocca (3-0 MMA, 0-0 ICF)

Welterweight bout 3×5
Andrea Fusi (5-4 MMA, 0-0 ICF) vs. Gabriel Conti (2-3-1 MMA, 1-1 ICF)

Middleweight bout 3×5
Pietro Penini (6-1-1, 1 NC MMA, 0-1 ICF) vs. Francesco Demontis (1-0 MMA, 0-0 ICF)

Bantamweight bout 3×5
Luca Panzetta (2-1 MMA, 0-0 ICF) vs. Ashley Rosi (4-3 MMA, 0-0 ICF)

Bantamweight bout 3×5
Tanio Pagliariccio (2-0 MMA, 2-0 ICF) vs. Facundo Frognier (0-1 MMA, 0-0 ICF)

Featherweight bout 3×5
Federico Fasciano (2-0 MMA, 1-0 ICF) vs. Marco Esposito (1-1 MMA, 0-0 ICF)

Italian Cage Fighting 5: il debutto torinese, il beniamino locale Belsanti contro Nuzzi

Dopo il ritorno nel capoluogo meneghino, ICF si testerà per la prima volta col pubblico di Torino con ICF 5, fissato a sabato 20 ottobre al PalaCupole (capienza di 750 persone). Sotto la Mole saranno messi in palio 2 titoli: Francesco Nuzzi difenderà la cintura dei pesi gallo dagli assalti del locale Giorgio Belsanti, mentre Walter Cogliandro e il francese Souksavanh Khampasath si contenderanno l’alloro dei pesi piuma. In merito a quest’ultima contesa, Dandi ha tenuto a precisare di aver proposto il match a Federico Mini, il quale però sarà impegnato con un’altra promotion (che potrebbe essere Venator FC, di cui è campione di categoria).

MAIN EVENT
ICF Bantamweight Title bout 5×5
Francesco Nuzzi (6-1 MMA, 2-0 ICF) [C] vs. Giorgio Belsanti (7-7-1 MMA, 0-0 ICF)

CO-MAIN EVENT
ICF Featherweight Title bout 5×5
Walter Cogliandro (7-0 MMA, 1-0 ICF) vs. Souksavanh Khampasath (11-9-1 MMA, 0-0 ICF)

MAIN CARD
Welterweight bout 3×5
Marco Saccaro (5-1 MMA, 0-0 ICF) vs. Leonardo Damiani (6-2-1 MMA, 0-0 ICF)

Middleweight bout 3×5
Emanuele Palombi (6-6 MMA, 0-0 ICF) vs. Cristian Magro (9-5 MMA, 0-0 ICF)

Welterweight bout 3×5
Raffaele Spallitta (7-16-1 MMA, 0-1 ICF) vs. Daniele Miceli (7-3 MMA, 0-0 ICF)

Welterweight bout 3×5
Michelangelo Colangelo (2-0 MMA, 0-0 ICF) vs. Giovanni Bagnasco (1-2, 1 NC MMA, 0-0 ICF)

Lightweight bout 3×5
Giuseppe Mancuso (2-4 MMA, 0-0 ICF) vs. Seck Ndiobo (3-2 MMA, 0-0 ICF)

Lightweight bout 3×5
Stefano Tiengo (1-12 MMA, 0-1 ICF) vs. Teodoro Scolieri (1-0 MMA, 0-0 ICF)

Featherweight bout 3×5
Matteo Caretti (2-0 MMA, 0-0 ICF) vs. Nicolò Solinas (2-1 MMA, 0-0 ICF)

Bantamweight bout 3×5
Riccardo Mura (1-1 MMA, 0-0 ICF) vs. Ozbazaje Meraj (0-0 MMA, 0-0 ICF)

Italian Cage Fighting 6: il gran finale pre-natalizio a Verona con tanti match titolati

Nel season finale in prossimità del Natale (sabato 15 dicembre), ICF metterà le tende al PalaFerroli di Verona, arena da 1500 spettatori, per proporre un possibile quartetto di match titolati. Le 2 contese certe saranno quelle per i pesi massimi (Matteo Riccetti sarà chiamato a difendere l’onor di patria contro il polacco Grzegorz Cieplinski) e per i pesi welter (Virgiliu Frasineac sfiderà un avversario internazionale “rispettato in Europa e con un record simile al suo”, gli unici indizi lasciati da Dandi in conferenza stampa). Potrebbero esserci anche la riassegnazione del titolo middleweight, magari con Pietro Penini protagonista in caso di successo a ICF 3, e la fatidica contesa per la cintura light heavyweight, già accennata all’originaria presentazione di IFC. Abbastanza sicura, invece, anche se da definire ancora nei dettagli la presenza di diversi atleti veneti in card, uno dei quali dovrebbe essere Manolo Zecchini.

ICF Heavyweight Title bout 5×5
Matteo Riccetti (7-2 MMA, 0-0 ICF) vs. Grzegorz Cieplinski (8-6 MMA, 0-0 ICF)

ICF Welterweight Title bout 5×5
Virgiliu Frasineac (9-1 MMA, 2-0 ICF) vs. TBA

Seguite @MMATodayNews su Twitter e il sito MMA Today per le ultime notizie sul mondo delle MMA.

Su Facebook, potete trovare tutte le nostre notizie alla pagina Fatti Marziali.

Fatti Marziali collabora con il brand di abbigliamento per fighter LUCTATOR, potete scoprire tutti i loro prodotti qui: http://bit.ly/LuctatorFM

Facebook Comments
Categories
Italy

RELATED BY