Credit: Gaston Gazette

Road to Venkon Fight Night 2: intervista a Chase Gamble

L'atleta americano affronterà Leon Aliu nella categoria dei pesi medi il 21 gennaio

Tanti obiettivi nel futuro di Chase Gamble (4-3 MMA), l’atleta che rappresenterà gli Stati Uniti d’America nella sfida nei pesi medi contro Leon Aliu a Venkon Fight Night 2. A delinearceli è stato lo stesso fighter del Nord Carolina, nella seguente intervista concessa a MMA Today.

MMA Today: Da amateur come da pro, hai alternato diverse strisce di vittorie ad altrettante di sconfitte: a cosa devi questa tua discontinuità di risultati nel corso della tua carriera? Sei noto per essere caduto vittima di uno spaventoso slam per mano di Allen Crowder, quanto è stato difficile riprendersi da quella dura sconfitta?

Chase Gamble: Senza quelle sconfitte, non sarei dove sono adesso. Ho combattuto duri avversari e ho accettato il match con Crowder con un preavviso di 8 ore, contro un avversario che ha combattuto in Bellator e ora in UFC. Ho tirato fuori tutto quello che poteva sopportare fino allo slam…ma mi si sono spente le luci, non c’era niente che potessi farci al riguardo. Dopo quell’incontro, tutte le porte che si sono aperte mi hanno portato in Italia.

MT: Hai combattuto in diverse classi di peso, inclusi pesi massimi leggeri e pesi massimi: il peso medio rappresenta la tua taglia ideale o pensi di poter ancora avere le tue possibilità nelle altre 2 divisioni?

CG: Penso che vincerò titoli a 185 e 205 libbre. Vedo forse alcuni match divertenti in Giappone nei pesi massimi ad un certo punto del mio percorso, ma credo che i pesi medi siano la mia casa.

MT: Con un successo a VFN, in quale direzione vorresti si indirizzasse la tua carriera?

CG: Vincendo a Venkon contro il duro 5-0 Leon Aliu, spero di tornare in questo show in futuro. Inoltre, combatterò il 9 marzo contro un avversario difficile.

MT: Nella tua vita, hai sperimentato anche la durezza del football americano: a tuo parere, si tratta di uno sport più pericoloso delle MMA, come ha recentemente affermato il lottatore UFC ed ex linebacker di Alabama Eryk Anders?

CG: Ci sono così tante dinamiche in riguardo ai pericoli di ogni sport, questa è una domanda difficile. Ciascuno di essi comporta i propri rischi.

Facebook Comments

RELATED BY

close

Like our content on MMA Today? Follow our other pages!